NON RIMBORSABILE SÌ, NON RIMBORSABILE NO

Abbiamo letto diversi articoli sulla convenienza o meno di avere una tariffa non rimborsabile in vendita.

Possiamo individuare sostanzialmente due correnti di pensiero: una fautrice della tariffa prepagata, in quanto consente di avere un incasso immediato, un’altra chiaramente contraria, perché la non rimborsabile “blocca” una tariffa con diversi mesi di anticipo, impedendo di ottimizzare le vendite last minute.

Come per ogni strategia, anche per l’applicabilità della tariffa non rimborsabile occorre, anzitutto, prendere in considerazione il tipo di struttura, il numero totale di camere, la finestra di prenotazione media, etc.

Attraverso lo screening di tutti questi parametri, si può ritenere opportuno o meno attivare la non rimborsabile. E’ indubbio che la possibilità di ricevere subito il pagamento della prenotazione faccia gola agli albergatori ma è altrettanto vero che una mole troppo alta di booking con tale tariffa potrebbe compromettere l’ADR auspicata.

La soluzione ideale è quella di dosare l’uso della non rimborsabile, aprendola in periodi specifici (ad esempio in bassa stagione per iniziare a vendere l’alta) e impostandola con scontistiche non troppo elevate rispetto alla nostra tariffa flessibile.

Per saperne di più continua a seguirci o contattaci!

mailto:sales@hotelp.it

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.